In occasione della Giornata Mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro del 28 aprile Salice Occhiali lancia l’iniziativa “Io mi “maschero”… e tu?”. L’azienda di Gravedona ed Uniti attraverso i suoi canali social (Facebook: @saliceocchiali – Instagram: @saliceocchiali_official) e grazie alla partecipazione di tanti dei suoi testimonial – a cominciare dai corridori dell’Androni Giocattoli Sidermec, passando per Sofia Goggia, il fondista Francesco De Fabiani, lo scialpinista Robert Antonioli e tanti altri – vuole sostenere la cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro, ma anche all’esterno, in tutti gli spazi pubblici.

Dalla fabbrica comasca, che nell’inverno ha il suo core business nelle maschere e caschi da sci (storico il legame con la Valanga Azzurra griffata Salice degli anni Settanta) e nelle stagioni più calde con occhiali e caschi bici, fanno sapere: «È una data emblematica per far passare un messaggio importante sulla protezione in vista anche di una Fase 2 che è ormai alle porte». Salice Occhiali nell’ultimo mese e mezzo ha convertito la sua produzione per aiutare gli ospedali con la creazione di visiere e occhiali utilizzabili in ambito ospedaliero e sanitario: «Se tanta è la voglia di normalità, altrettanto grande è la preoccupazione di ricadere nell’emergenza delle scorse settimane. Per questo riteniamo che l’attenzione, la prevenzione e la protezione siano le parole cardine sulle quali tutti si devono concentrare».

“Io mi “maschero”… e tu?” diventa il piccolo sforzo di Salice Occhiali (che nelle settimane scorse ha pure donato duemila mascherine per le famiglie del comune di Gravedona di Uniti): l’invito, per rilanciare una campagna importante, ai followers e a tutti in genere è di partecipare per sensibilizzare «all’utilizzo di mascherine per la protezione di bocca e naso e occhiali o maschere per la protezione degli occhi. Il nostro desiderio è proprio di coinvolgere la popolazione all’utilizzo di queste protezioni perché non si riviva l’emergenza degli scorsi mesi». L’iniziativa, accompagnata dagli hashtag #salicekeepsyousafe e #salicetiprotegge, può essere condivisa da ognuno pubblicando una foto con mascherina e un occhiale o una maschera Salice. Proprio come i tanti testimonial dell’azienda che ha compiuto 100 anni nel 2019 e che oggi si dice sicura che vinceremo «restando uniti e facendo ancora più squadra in questi difficili momenti».